NOTA! QUESTO SITO UTILIZZA I COOKIE E TECNOLOGIE SIMILI.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per leggere l'informativa sulla privacy clicca su leggi informativa.

I nomi di personaggi letterari saranno scelti da coloro che vorranno contribuire a una giusta causa, ovvero alle attività di Freedom from Torture, associazione promossa dallo scrittore inglese Julian Barnes. Hanno aderito altri 16 autori: Margaret Atwood, Ian McEwan, Zadie Smith, Will Self, Alan Hollinghurst, Joanna Trollope, Martina Cole, Sebastian Faulks, Robert Harris, Hanif Kureishi, Ken Follett, Kathy Lette, Adam Mars-Jones, Adam Foulds, Pat Barker e Tracy Chevalier.

Le monache, si sa, sono anche abili cuoche. Molte ricette tradizionali si devono a loro. Spulciando tra i piatti più buoni dei borghi più belli d’Italia, si segnalano alcuni prodotti sopraffini. Nelle taverne di Stroncone (Terni) si gusta la zuppa di Suor Anita, a base di fagioli, ceci, lenticchie e cicerchie, e la polenta alla brace.

Nel numero del primo semestre 2016 della «Rivista Italiana di Onomastica», appena pubblicata, comprende 13 articoli ampi, 17 note brevi di una pagina, 19 recensioni di libri e di articoli, 23 schede di presentazione di novità editoriali, 19 rassegne di altre riviste internazionali di onomastica, 61 ampie segnalazione di congressi, convegni e altri incontri, 42 notizie di attività in corso in onomastica, e altro ancora in oltre 450 pagine. I testi sono firmati da 39 autori, di cui 26 italiani e 13 stranieri.