NOTA! QUESTO SITO UTILIZZA I COOKIE E TECNOLOGIE SIMILI.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per leggere l'informativa sulla privacy clicca su leggi informativa.

Il nome femminile più frequente era di gran lunga Benvenuta, oltre il doppio del 2º, Maria, e quasi il triplo di Aldrobrandesca e Berta.

Seguivano Beldie, Mingarda, Sapia, Adalascia, Diamante, Ricca, Sibilia, Bonafemina, Imelda, Bruna, Castellana, Imillia, Palmeria, Amata, Contessa, Gemma, Lucia e Olliente. Molti nomi augurali e descrittivi, in minima parte sopravvissuti nel XX e XXI secolo. Davvero altri tempi...

In campo maschile 755 anni fa il primato senese spettava a Bonaventura, 2º Guido, 3º Iacobo e 4º Giovanni. Poi nell’ordine Raniero, Aldobrando, Piero, Bencivenne, Ugo, Dietisalvi, Bernardo, Orlando, Bartolomeo, Bonensegna, Martino e Grazia (all’epoca ambigenere). Come si vede, più numerosi rispetto alle donne sono i nomi ancora vivi. Altri sono ben conservati come cognomi.