NOTA! QUESTO SITO UTILIZZA I COOKIE E TECNOLOGIE SIMILI.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per leggere l'informativa sulla privacy clicca su leggi informativa.

Si è discusso molto se abolire gli arbitri o addizionali di porta o di area che dir si voglia.

Chiamati a bloccare la corsa verso la tecnologia in campo, si sono fin qui distinti per due ragioni: il fatto di non giudicare bene o di non giudicare affatto falli da rigore incerti e il fatto di essere impallati dal palo quando devono decidere se la palla ha varcato interamente o no la linea di porta.

Però hanno portato una novità coreografica nello schieramento in campo: la posizione accovacciata, col busto piegato in avanti e le mani sulle ginocchia, ideale – parrebbe – per eseguire i loro controlli. Una posizione curiosa, che ricorda i ricevitori del volley e certi tennisti che preferiscono abbassarsi per rispondere al servizio. E ricorda anche altro.

 Ma no, cosa andate a pensare? Evacuo Felice è un calciatore del Novara, non un addizionale di porta.